Contatti tel. 06/87191734 - info@imperiumtour.it

«Tomba della Medusa», ecco i soldi: 1,6 milioni di risorse per il recupero

«Tomba della Medusa», ecco i soldi: 1,6 milioni di risorse per il recupero

FOGGIA – Utilizzarli bene e subito. Questo è l’auspicio della città alla notizia che il sito archeologico «Tomba della Medusa» ha ottenuto un finanziamento di 1.6 milioni di euro per il progetto di recupero e valorizzazione. L’intenzione dell’amministrazione comunale, dopo anni di oblio e negligenze, è quella di garantire una seria conservazione dell’area, la riqualificazione del sito circostante e soprattutto la fruibilità di un bene archeologico unico, un monumento funerario tra i più importanti tra quelli finora ritrovati nell’antica Arpi, centro della Daunia pre romana. «Dopo anni di battaglie, questa “partita” è adesso ad un punto di svolta, per il quale ringraziamo tutti coloro i quali a vario titolo hanno lavorato in questi anni per raggiungere questo obiettivo» ha spiegato il sindaco di Foggia, Franco Landella. Beneficiario del finanziamento è il Segretariato Regionale (ex Direzione regionale per i Beni e le Attività culturali della Puglia), in qualità di proprietario del bene.

Diverse le riunioni per individuare all’interno dell’accordo di programma quadro Beni e attività culturali una linea di finanziamento. Nel 2007 il Ministero garantì un finanziamento di un milione e mezzo di euro, ma la parte relativa alla realizzazione del Museo archeologico non avvenne e questo portò ad un definanziamento. Fu la straordinaria archeologa foggiana Marina Mazzei ad aver individuato la «Tomba della Medusa» come nucleo del progetto di un parco archeologico di Arpi. «Quel definanziamento e la mancata realizzazione del progetto ha evidentemente portato ad un progressivo degrado del sito, essendo stata l’area oggetto di numerosi atti vandalici, tanto da determinare la nascita di un Comitato in difesa della Tomba della Medusa, con l’intento di promuovere la conoscenza del sito e sensibilizzare le istituzioni circa il reperimento delle risorse necessarie al suo recupero e alla sua valorizzazione», ha ricordato l’assessore alla Cultura, Anna Paola Giuliani. Un comitato che un anno fa con gli ex parlamentari Angelo Rossi e Michele Galante e con una interrogazione del deputato Colomba Mongiello portò all’attenzione dell’allora ministro Massimo Bray la questione della tutela e valorizzazione.